iPhone X, come funziona Face ID e perchè è così avanti

By agosto 1, 2018LANGA VIDEO

iPhone X, ecco come funziona il Face ID e perchè è così avanti. L’azienda di cupertino ha presentato a settembre scorso, tra i suoi nuovi prodotti, l’iPhone X; speciale dispositivo in onore dei 10 anni del melafonino, il quale introduce un pannello oled quasi privo di cornici e una nuova misura di sicurezza per sbloccarlo del tutto rivoluzionaria rispetto alla concorrenza. Insomma, un concentrato di tecnologia e design.

Face ID è il nome di questa nuova e sicura tecnologia implementata nel nuovo smartphone Apple. Anche se può sembrare una funzione già vista e presente sui rivali dispositivi, in realtà questo nuovo sblocco con volto presenta grande innovazione e sostanziali differenze tra i precedenti.

Partiamo dicendo che questo nuovo sblocco scannerizza la nostra faccia in 3D, a differenza degli altri riconoscimenti facciali bidimensionali, perciò con questo Apple fornisce un livello di sicurezza nettamente elevato che non può essere oltrepassato con l’utilizzo di una semplice fotografia o addirittura di una maschera creata da professionisti.

Tutti i sensori necessari alla memorizzazione e al riconoscimento del nostro viso sono stati progettati ed inseriti nella piccola tacca, o meglio “notch”, presente sulla parte frontale in alto del dispositivo. Impressionante vedere come funziona Face ID con una videocamera in grado di riprendere i raggi infrarossi.  Il proiettore di punti spara letteralmente – e più volte consecutivamente – una fitta mappa composta da oltre 30.000 punti sul volto attraverso una luce a infrarossi, quindi invisibile agli occhi e tra l’altro capace di funzionare perfettamente anche al buio.

Durante questa operazione vengono scattate una serie di fotografie in 2D che vengono poi lette e trasformate dal sistema in un modello tridimensionale che verrà poi raffrontato con quello registrato in precedenza per garantire l’accesso o meno al proprietario. Ancora più interessante è la scansione del volto con gli occhi chiusi: il sistema sostanzialmente riconosce il momento esatto in cui l’utente apre gli occhi e solo a quel punto proietta la mappa di punti sul viso.

Questa nuova misura di sicurezza prende ormai posto al buon vecchio Touch ID, il riconoscimento delle impronte digitali, poiché è stato dichiarato essere nettamente più sicuro ed efficace, veloce e pratico. Grazie alla rimozione del tasto home ora il nuovo dispositivo di Cupertino ha un design futuristico, con pannello senza cornici e sistemi di sicurezza davvero innovativi!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

+ info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi